Sicurezza aziendale: IoT, IA e videosorveglianza smart

Sicurezza aziendale: IoT, IA e videosorveglianza smart

L’evoluzione tecnologica nei campi della sicurezza e della protezione ha portato innumerevoli novità. Negli ultimi anni l’IoT è emerso come uno dei principali driver di mercato; i dispositivi connessi sono sempre più smart, si producono sempre più dati e abbiamo miriadi di sensori. Come gestire tutto ciò mantenendo le nostre aziende al sicuro? La sicurezza aziendale deve evolversi allo stesso passo delle tecnologie? Vediamolo insieme.

Sicurezza aziendale: lo scenario

Il 2020 è stato un anno particolare per la cyber-security aziendale. La pandemia ha portato con sé cambiamenti e nuovi scenari. In questi anni infatti c’è stato un incremento dei dispositivi connessi. Ciò grazie all’espansione dell’Internet of Things (IoT). Il 2021 è stato già definito da molti “l’anno dell’IoT”. Secondo una ricerca di Cisco, nel 2021 ci saranno 27,1 miliardi di dispositivi in rete. A livello globale, ci saranno 3,5 dispositivi in rete a persona. Impressionante vero?
Ma non solo IoT: Edge Computing, sistemi di videosorveglianza intelligente e Intelligenza artificiale crescono sempre più.
Le aziende producono sempre più dati, ed essi vanno gestiti al meglio ottimizzando gli spazi digitali. I dispositivi IoT possono mitigare i rischi organizzativi e aiutare le aziende a passare al digitale. La raccolta e l’analisi di dati fornisce un vantaggio chiave nelle decisioni aziendali. Ma come si comporta la cyber-security con questi sviluppi?

Mettere al sicuro le aziende con le nuove tecnologie

Il Covid-19 ha cambiato di molto gli scenari. A seguito della pandemia globale si sta verificando una dinamica inquietante. Il lavoro e l’istruzione a distanza hanno aumentato la nostra dipendenza dai sistemi IoT. Non era stato previsto un aumento così grande e in così poco tempo. Il dato interessante è che secondo molti questo aumento improvviso e drammatico sarà permanente. Per questo bisogna creare dei piani di cyber-security attuali.

Le truffe e gli attacchi informatici verso l’IoT sono rapidamente aumentati e nel 2021 è prevista un’accelerazione in questo senso. Questa ondata può e deve essere attenuata. La buona notizia è che possediamo i framework delle migliori pratiche, l’importante è adattarli al meglio.

Le strutture aziendali sono state chiuse repentinamente nel 2020. Con uffici ed edifici praticamente vuoti, i sistemi di videosorveglianza smart sono un’ottima soluzione.

Inoltre, un altro rischio di questa pandemia è stato quello di ridurre drasticamente gli affari. Una soluzione è quella di integrare l’apprendimento automatico e l’IA per prevedere i trend di mercato e dei consumatori.

Intelligenza artificiale e apprendimento automatico: l’aiuto per la sicurezza aziendale

L’utilizzo dell’intelligenza artificiale e dell’apprendimento automatico è in continuo aumento da anni. La pandemia di Coronavirus ha portato i vantaggi di queste tecnologie anche nelle aziende. Le telecamere di sicurezza con IA possono aiutare i business a gestire la sicurezza, ad esempio. Il controllo degli accessi diventa molto più preciso: l’IA è capace di riconoscere individui e segnalare la presenza di intrusi con molta più precisione. Una routine di apprendimento automatico può accumulare gradualmente grandi quantità di esperienza e dati.

Altri vantaggi ricadono in campo commerciale. In un contesto di vendita al dettaglio, ad esempio, l’intelligenza artificiale è preziosa. Aiuta nella ricerca dei trend di mercando e delle preferenze e comportamenti dei clienti. L’IA aiuta i sistemi a progredire ulteriormente nella loro capacità non solo di riconoscere azioni, ma anche di valutarle e trarre conclusioni.

Come gestire i dati aziendali con maggiore flessibilità

Le crescenti capacità dei servizi e la riduzione dei costi IT hanno reso non più necessario caricare tutti i dati su un sistema in sede. Si utilizzano ora sistemi basati su cloud. Ciò è diventato possibile con l’Edge Computing, ovvero l’elaborazione decentralizzata dei dati ai margini della rete sui dispositivi.

Di conseguenza, vengono eseguiti più calcoli e passaggi. Dalle telecamere di videosorveglianza, fino ai dati per la produzione. Tutti i dati sono trasferiti nel cloud e uniti ai dati di altri sensori.

In che modo le aziende possono trarre vantaggio da questa grande quantità di dati e trasformarle in asset? Le telecamere intelligenti possono essere essenzialmente trasformate in sensori multiuso che possono essere equipaggiati in modo flessibile con app, proprio come gli smartphone. Queste applicazioni possono essere utilizzate per gestire una varietà di situazioni: il rilevamento precoce di fumo e incendi, gestione del flusso di traffico, nonché la riduzione del consumo energetico complessivo.

Sicurezza aziendale: le telecamere smart forniscono una sicurezza sostenibile a lungo termine

Nell’arco di pochi mesi, le strutture di tutto il mondo si sono trovate ad affrontare una serie di sfide. Chiusure, uffici vuoti, impianti di produzione in difficoltà nell’adeguarsi alle nuove restrizioni. L’elenco potrebbe continuare e nessun settore ne è indenne. Ora, mentre le aziende riaprono in sicurezza, una cosa è chiara: Il COVID-19 ha cambiato nelle aziende di tutte le dimensioni il modo in cui si lavora, mostrando la necessità di tecnologie e soluzioni più sostenibili.

Ciò che l’IoT sta facendo sta rivoluzionando il modo in cui utilizziamo le telecamere di sorveglianza. Consentendo alle telecamere di eseguire diverse applicazioni integrate, i responsabili di sicurezza possono eseguire analisi appropriate. I dati utilizzabili vanno ben oltre ciò che le tradizionali riprese di sorveglianza possono fornire. Ciò consente ai professionisti di convertire in modo flessibile le telecamere per altre aree applicative durante il loro ciclo di vita. In tal modo si può ottenere il massimo dai propri investimenti hardware.

Ridurre i costi, ottimizzare gli spazi e aumentare il benessere dei dipendenti

I dispositivi intelligenti possono aiutare nell’applicazione delle politiche in materia di salute e sicurezza, come indossare le mascherine negli uffici, negli impianti di produzione o negli edifici pubblici. Utilizzando telecamere intelligenti dotate di analisi del rilevamento di oggetti, il personale può essere avvisato di un individuo senza mascherina. Inoltre, si può determinare il numero medio di persone che violano questa politica. Ciò consente ai professionisti della sicurezza di identificare le aree problematiche e aumentare la sicurezza dove necessario.

I dati forniti dai dispositivi aiutano nell’organizzazione del traffico, così da rispettare le distanze sociali e i limiti di occupazione. Allo stesso tempo, possono migliorare nell’organizzare l’organizzazione degli spazi.

Per gli spazi commerciali, gli smart device possono migliorare l’esperienza dell’utente adattando i livelli di aria condizionata. Rilevando quante persone si trovano in un’area, si può controllare la ventilazione o il riscaldamento di essa. Possono fornire assistenza valutando la pulizia di ciascuna area o registrando l’ultima volta che l’area è stata igienizzata. Infine, questi dispositivi sono in grado di identificare se le luci o apparecchi sono stati lasciati accesi, notificare al personale gli articoli di scorta necessari e fornire un rilevamento precoce di fumo in caso di incendi.

L’uso di questi sensori supporta la sicurezza sia dei dati che delle strutture. Aiuta inoltre a mantenere in sesto la salute e il benessere di clienti e dipendenti. Il valore di questi dispositivi IoT è che possono essere utilizzati per una miriade di scopi, dalla mitigazione della diffusione di COVID-19 alla riduzione del consumo di energia. Ma anche per fornire sicurezza perimetrale e ottimizzare i layout degli edifici.

La sicurezza aziendale è un focus di massima importanza!

© Copyright 2019 Consorzio Nazionale Sicurezza.Tutti i diritti riservati | Informazioni Legali | Designed by RG.ADV