Sicurezza aeroportuale: l’importanza dell’Internet of Things

Sicurezza aeroportuale: l’importanza dell’Internet of Things

L’Internet of Things (IoT) è atterrato nel campo della sicurezza aeroportuale. Più di 20 miliardi di dispositivi sono già collegati in rete! Secondo gli studi di Statista ce ne saranno tre volte di più entro il 2025. Inoltre, i dispositivi stanno diventando sempre più intelligenti ed efficienti. Ciò, anche grazie ai progressi compiuti nei campi dell’intelligenza artificiale, apprendimento automatico e 5G. Vediamo insieme lo scenario in quest’articolo.

IoT: un nuovo strumento per un mondo connesso

L’Internet of Things rappresenta un enorme potenziale per le infrastrutture critiche come gli aeroporti. Ma cos’è l’IoT e perché è così importante?

L’Internet of Things (IoT) è la rete di oggetti fisici, “cose”, appunto, incorporati con sensori, software e altre tecnologie. Questa connessione ha lo scopo di connettere e scambiare dati con altri dispositivi e sistemi online. I dispositivi IoT spaziano da normali oggetti domestici a sofisticati strumenti industriali. Oggi si contano oltre 7 miliardi di dispositivi IoT connessi. Gli esperti prevedono che questo numero crescerà fino a 22 miliardi entro il 2025.

L’IoT è diventata una delle tecnologie più importanti del 21° secolo. Ora che possiamo connettere ogni tipo di dispositivo, è possibile una comunicazione senza interruzioni tra persone, processi e cose. I dispositivi possono condividere e raccogliere dati con un intervento umano minimo. In questo mondo iper-connesso, i sistemi digitali possono registrare, monitorare e regolare ogni interazione tra le cose connesse. Il mondo fisico incontra il mondo digitale, collaborando.

È per questo che l’introduzione dell’IoT interessa molte infrastrutture critiche, tra cui gli aeroporti.

Internet of Things e sicurezza aeroportuale

L’implementazione di telecamere IoT fornisce una maggiore sicurezza e consente agli addetti di comprendere meglio il comportamento dei passeggeri. Sulla base di analisi video in tempo reale, le operazioni possono essere ottimizzate.

L’attuale focus per i progetti IoT si concentra sull’uso delle telecamere. Tuttavia, uno studio condotto da Cisco ha mostrato che tre progetti su quattro avrebbero fallito. Perché?

È tutto imputabile a un utilizzo sbagliato di ottimi mezzi. Il rischio è che l’IoT venga usato in modo unidimensionale. Sebbene le telecamere siano collegate in rete, il loro potenziale rimane inutilizzato se non messo a buon uso.

La chiave per sfruttare questo potenziale sta nel trovare la sinergia ottimale tra dispositivi, piattaforme e applicazioni: la cosiddetta “IoT Excellence”.

Le telecamere connesse aiutano i dipendenti ad acquisire una maggiore comprensione del comportamento di passeggeri e utenti. Ciò apre nuove opportunità per ottimizzare i processi.

Vediamo ora nello specifico le tipologie di telecamere IoT impiegate negli aereoporti.

Telecamere di sicurezza intelligenti

L’intelligenza artificiale e una maggiore potenza di calcolo creano nuove possibilità di applicazione per le telecamere IoT. Funzioni complesse come l’analisi video o il riconoscimento facciale basato su IA possono essere eseguite direttamente sul dispositivo.

Una telecamera di sicurezza in aeroporto non fornisce solo dati video, ma confronta anche questi dati, in tempo reale, con le immagini nei database. I modelli di movimento dei viaggiatori in entrata e in uscita dalle strutture aeroportuali e dei passeggeri all’interno dei terminal possono essere consultati e quindi interpretati contestualmente.

Maggiore sicurezza aeroportuale ed efficienza 

Gli aeroporti sostengono un numero enorme di passeggeri dovendo garantire al contempo elevati standard di sicurezza. Le applicazioni IoT per le telecamere di sicurezza possono fornire supporto ottimizzando le operazioni in diverse aree:

  • Il riconoscimento facciale automatico consente di rilevare le persone ricercate dalla polizia, aumentando la sicurezza nelle aree di check-in. Le analisi video possono essere utilizzate per il rilevamento precoce di comportamenti sospetti, sia da parte dei dipendenti che dei passeggeri.
  • Le telecamere di sicurezza possono analizzare e controllare il flusso dei viaggiatori utilizzando display intelligenti. I passeggeri sono tenuti informati, in tempo reale, sui tempi di attesa e su eventuali irregolarità operative.
  • I sistemi video del traffico aereo analizzano le irregolarità sulle piste e informano il team di gestione dell’aeroporto. Le nuove tecnologie garantiscono una visione ottimale, anche di notte o in condizioni meteorologiche avverse.
  • Collegandosi ad altri dati come quelli meteorologici, sul traffico e prenotazioni di voli, i sistemi possono creare previsioni intelligenti su potenziali interruzioni operative.
  • È possibile rilevare e prevenire il furto di bagagli o altri oggetti. I bagagli incustoditi possono essere trovati più rapidamente dal personale di sicurezza.

Gli aeroporti sono ambienti complessi. Essi sono anche grandi centri di vendita al dettaglio. Le applicazioni dell’IoT possono essere utili anche in questi campi. L’analisi dei comportamenti degli acquirenti può aiutare a gestire le code nei negozi e il movimento generale all’interno dell’area di vendita al dettaglio.

Prima ancora che le persone entrino nel terminal, le telecamere possono anche fornire il riconoscimento della targa, raccogliere dati sugli incidenti automobilistici e avvisare la sicurezza di comportamenti anomali nell’area aeroportuale.

Ottimizzazione dei tempi di attesa nei principali aeroporti

I controlli di sicurezza causano spesso colli di bottiglia negli aeroporti. Essi possono essere causa di lunghi tempi di attesa e di irregolarità operative. Ciò può irritare i passeggeri e aumentare il carico di lavoro del personale. Per questo motivo, molti aeroporti utilizzano sistemi di telecamere per monitorare il numero di visitatori. Se una coda diventa troppo lunga, il sistema informa il personale.

I dati video vengono analizzati in tempo reale, il che significa che i tempi di attesa possono essere previsti con una precisione del 96%.

Il risultato? Una migliore esperienza per il cliente, maggiore sicurezza e una pianificazione più efficace della distribuzione del personale.

Il collegamento in rete digitale dei sistemi di telecamere offre l’opportunità di migliorare il modo in cui vengono utilizzate le risorse, di progettare i processi in modo più efficiente e ridurre i costi.

ViPPS e SaM: alcune delle soluzioni di sicurezza per i trasporti di CNS e RisLab

L’impegno di CNS nella protezione delle infrastrutture critiche si è espresso in diversi progetti dalla grande importanza. Uno fra questi ViPPS, un sistema integrato per il monitoraggio di infrastrutture critiche, in particolare i trasporti, cofinanziato dall’Unione Europea in collaborazione con RisLab. Esso supporta il monitoraggio sia del mezzo di trasporto, sia della stazione.

ViPPS implementa l’utilizzo dell’IoT con gli algoritmi di data analytics e video analytics.

Un altro esempio è l’app SaM. L’applicazione fornisce un supporto per gli utenti del trasporto pubblico, dai passeggeri al personale. Collegata a una centrale operativa di sicurezza, l’app di CNS permette di segnalare azioni criminali. Così, migliora l’efficienza degli interventi e infonde un maggior senso di sicurezza nell’utenza.

© Copyright 2019 Consorzio Nazionale Sicurezza.Tutti i diritti riservati | Informazioni Legali | Designed by RG.ADV