I rischi dell’online banking: come gestire operazioni bancarie mobile

I rischi dell’online banking: come gestire operazioni bancarie mobile

Usare delle app smartphone per l’online banking può rappresentare un serio rischio per informazioni personali. Come tenere i propri dati al sicuro? Quali sono le mosse giuste per prevenire attacchi hacker?

Smartphone e online banking

L’utilizzo dello smartphone per quanto riguarda le operazioni bancarie è sempre più in aumento: molti italiani infatti utilizzano i servizi di online banking direttamente dalle apposite app delle banche.

Con tali app è infatti possibile accedere direttamente dal proprio dispositivo a differenti servizi relativi al proprio conto bancario. Consultare il saldo e i movimenti sul conto, effettuare bonifici, giroconti, ricariche cellulari e ogni tipo di operazione, senza il bisogno di andare in banca o accedere dal PC.

I rischi dell’online banking su smartphone

Secondo dati Nielsen, più di 6.3 milioni di italiani utilizzano le app di online banking direttamente da smartphone o tablet.
Nonostante il vantaggio di avere a portata di mano il controllo del proprio conto bancario, l’utilizzo di online banking può essere un’arma a doppio taglio quando il proprio dispositivo non è protetto.
Se infatti i dispositivi – smartphone o tablet che siano – non sono assiduamente aggiornati, è molto facile per gli hacker penetrare nel sistema e ottenere informazioni di massima importanza.

Il Phishing e l’online banking

Nuove tattiche di phishing vengono messe in atto ogni giorno: ad esempio finti portali di online banking, creati appositamente per rubare i dati di accesso tramite il form di login. In questo modo è l’utente stesso a consegnare le chiavi del proprio conto agli hacker. Un’altra tattica è quella di fingersi tecnici e chiedere così le credenziali via mail direttamente alle vittime.
Proprio per questo motivo le banche stanno cercando di sensibilizzare i propri utenti per evitare i rischi di frode.

L’importanza di avere un dispositivo aggiornato

Aggiornare il proprio dispositivo spesso non è soltanto salutare in generale, ma lo è soprattutto per chi utilizza app di online banking.
È stato dimostrato infatti che molti produttori di dispositivi non prevedono aggiornamenti per proteggere i modelli più vecchi. Questo può essere un problema nel caso noi come utenti non controlliamo lo stato di aggiornamento del dispositivo. Negli aggiornamenti sono infatti incluse anche migliorie per quanto riguarda la sicurezza.

Come prevenire i danni

Per prevenire i danni creati dagli hacker malintenzionati bastano poche importanti precauzioni:

  • Essere sicuri di installare solo le app ufficiali

    prima di tutto scaricarle dallo store ufficiale, dopodiché accertarsi che anche la fonte sia ufficiale. Sono da preferirsi quelle del proprio istituto finanziario.

  • Non memorizzare dati direttamente sul proprio dispositivo

    le password e le credenziali salvate direttamente sul dispositivo possono essere estremamente controproducenti: gli hacker infatti possono trovare le chiavi d’accesso facilmente.

  • Connettersi solo a connessioni affidabili

    controllare la rete WiFi alla quale ci si connette, non collegarsi a dispositivi Bluetooth sconosciuti, non dare informazioni di localizzazione a siti poco raccomandabili. Se disponete di un dispositivo Android è consigliabile utilizzare un app firewall.

  • Limitare i diritti di accesso delle app

    molte app accedono a dati inutili al proprio funzionamento, come ad esempio la posizione, lo stato del telefono, le note e la rubrica. È davvero necessario?

  • Bloccare il dispositivo in caso di smarrimento

    bloccare il dispositivo da remoto può eliminare informazioni sensibili e proteggervi così da malintenzionati. Esistono app per svolgere quest’operazione, ma è sempre meglio rivolgersi a un esperto.

© Copyright 2019 Consorzio Nazionale Sicurezza.Tutti i diritti riservati. Designed by RG.ADV