Environmental monitoring: come migliorare le previsioni sulla qualità dell’aria

Environmental monitoring: come migliorare le previsioni sulla qualità dell’aria

Le tecnologie emergenti hanno un ruolo essenziale nel campo dell’environmental monitoring. Di cosa si tratta? Il monitoraggio è un’arma utile per affrontare l’inquinamento atmosferico. I dati mostrano quando e dove l’inquinamento è elevato; in questo modo si possono attuare interventi mirati e diminuire l’inquinamento atmosferico. Vediamo insieme come.

Environmental monitoring: cos’è?

Il monitoraggio ambientale (environmental monitoring) è l’insieme di studi e analisi che rivelano lo stato dell’ambiente. Lo scopo del monitoraggio ambientale è valutare i progressi compiuti per raggiungere determinati obiettivi e aiutare a rilevare nuovi problemi. I risultati sono di fondamentale importanza per la gestione dell’ambiente in generale. Questo perché, dopo un attento monitoraggio, si possono definire priorità e politiche. A questo proposito, una delle preoccupazioni più ricorrenti è quella sulla qualità dell’aria.

Ampliare la nostra conoscenza degli inquinanti atmosferici, del modo in cui vengono trasportati nell’ambiente e di come persone ed ecosistemi sono esposti ad essi sta portando a soluzioni migliori. Tramite il monitoraggio migliora la gestione della qualità dell’aria. I ricercatori stanno sviluppando, valutando e applicando mezzi di misurazione e monitoraggio per diminuire le emissioni di inquinanti atmosferici.

Perché è così importante l’environmental monitoring?

L’inquinamento atmosferico sta danneggiando la nostra salute e l’ecosistema! Per questo il monitoraggio ambientale è fondamentale per le comunità. Spesso mancano i dati necessari a identificare soluzioni. Poiché la popolazione umana e lo sviluppo industriale sono in aumento l’inquinamento è inevitabile. Sono necessari continui progressi nello sviluppo, nell’applicazione e nell’automazione dei dispositivi di monitoraggio. Inoltre, bisogna migliorare l’accuratezza e l’economicità dei programmi di monitoraggio.

Altrettanto importante è la necessità di formare scienziati e ingegneri che abbiano le conoscenze e la formazione necessarie per sviluppare e utilizzare con successo dispositivi di monitoraggio. In tutto il mondo, 9 persone su 10 respirano aria malsana. Questa statistica è allarmante, soprattutto considerando come l’inquinamento atmosferico sta accorciando le aspettative di vita. Gli impatti sulla salute vanno ben oltre le malattie cardiache e polmonari: una nuova ricerca identifica altri impatti sulla salute tra cui problemi di vista, infertilità e impatti cognitivi a lungo termine.

I dati sull’inquinamento locale possono fornire ai responsabili informazioni utilizzabili. Purtroppo, le risorse finanziarie e le competenze necessarie per fornire queste informazioni non sono accessibili a molte città.

Gli step per un buon monitoraggio ambientale

Le tecnologie di monitoraggio emergenti possono consentire ai leader di intraprendere azioni mirate. I dispositivi di monitoraggio di ultima generazione possono essere più economici e meno ingombranti rispetto a quelli tradizionali. Per questo possono essere installati in molti punti della città e fornire un flusso continuo di dati sull’inquinamento. Prendiamo ad esempio una scuola. I livelli di inquinamento dell’aria possono essere monitorati nei loro picchi più alti e bassi, anche rispetto ai momenti della giornata.
Con a disposizione questo tipo di informazioni, i responsabili possono ridurre l’esposizione degli utenti. Come? Pianificando le uscite ricreative all’aperto rispetto alle fasce orarie più green.

L’environmental monitoring può aumentare la consapevolezza dei cittadini. Tramite questi dati gli esperti di marketing e comunicazione possono aiutare le città a determinare messaggi di sensibilizzazione. La tecnologia ha un ruolo essenziale nell’affrontare la crisi dell’inquinamento atmosferico e nella protezione della salute delle persone.

CNS: l’impegno per l’ambiente

Ripensare la sicurezza e il monitoraggio a partire dal significato, questa l’intuizione di CNS, sotto la guida del nuovo General Manager, Flavio Frattini. CNS – Consorzio Nazionale Sicurezza – opera in qualità di system integrator nell’ambito del monitoraggio per la sicurezza. La lunga tradizione e la costante ricerca di innovazione ne hanno fatto un riferimento per il mondo bancario e industriale, civile e dei trasporti, per il territorio e per i cittadini. Per uomini sul territorio, servizi offerti e fatturato CNS è il System Integrator Leader in Italia.

Negli ultimi anni, l’azienda sta vivendo un’importante e profonda trasformazione che l’ha orientata sempre di più al modello dell’open innovation, per offrire alle aziende, alle pubbliche amministrazioni ed agli enti sistemi di monitoraggio sicuri per le persone e per le strutture.

 

Guarda il Focus sulla sicurezza e il monitoraggio ambientale di Non Solo Green con Flavio Frattini:

© Copyright 2019 Consorzio Nazionale Sicurezza.Tutti i diritti riservati | Informazioni Legali | Designed by RG.ADV