L’evoluzione dei droni nelle strategie di monitoraggio ambientale e sorveglianza

L’evoluzione dei droni nelle strategie di monitoraggio ambientale e sorveglianza

Grazie all’avanzare del progresso tecnologico, l’utilizzo di Aeromobili a Pilotaggio Remoto (APR), meglio noti come droni, è in continuo aumento. I campi di applicazione di tale tecnologia spaziano dal monitoraggio ambientale, fino alla sorveglianza e alla manutenzione di infrastrutture. Ma gli utilizzi di tali dispositivi sono pressoché infiniti!

Droni e sorveglianza

I droni sono un alleato efficace in moltissimi ambiti. Uno di questi, quello della sicurezza. La sorveglianza di luoghi pubblici viene infatti facilitata dall’utilizzo di telecamere e sensori ad alta qualità installati sui droni. Essi possono essere di grande aiuto alle forze dell’ordine. Proprio perché i dispositivi possono raggiungere altezze elevate, essi possono dimostrarsi validi alleati della sicurezza pubblica, ad esempio nella gestione di catastrofi, perlustrazioni di infrastrutture o nella sorveglianza di grandi eventi.

L’utilizzo di dispositivi a pilotaggio remoto per il monitoraggio ambientale

I droni stanno iniziando a giocare un ruolo sempre più importante nel campo del monitoraggio ecologico. Molti tecnici, ricercatori e aziende stanno adottando questi strumenti, sostituendo così l’utilizzo di apparecchiature terrestri più lente, immagini satellitari a bassa risoluzione o costosi servizi aerei.
I droni vengono utilizzati per molti obiettivi legati all’ecologia, come ad esempio la valutazione dello stato degli ecosistemi o la presenza di disturbi in essi. Con essi è possibile controllare vasti territori e raggiungere punti solitamente inaccessibili all’essere umano, così da attuare check periodici di tutti i parametri chimici e biofisici e sventare il pericolo di contaminazione.

Gli obiettivi del monitoraggio ambientale

Le attività di monitoraggio ambientale sono divenute strategicamente importanti anche perché consentendo di acquisire ogni forma di informazione riguardante il nostro territorio, aiutano a valutare e prevenire l’impatto ambientale causato dalla costruzione di infrastrutture.

Un drone può essere utilizzato inoltre per varie attività, come quella di controllo e monitoraggio delle discariche, per valutare l’impatto ambientale nei siti di smaltimento. In questo caso costituiscono un’utile risorsa i droni utilizzati per la termografia delle aree interessate, una tecnica che permette di rilevare differenze di temperatura anomale, o anche di misurare le temperature assolute.

Il drone da laboratorio volante consente all’operatore di stare al sicuro lontano da fonti potenzialmente pericolose mentre acquisisce il campione d’aria richiesto per le analisi di laboratorio.

Caratteristiche del drone

La natura “inoffensiva” di un drone lo rende non pericoloso per l’incolumità delle persone. Lo sviluppo tecnologico ha portato a una progressiva riduzione di costi, ingombri, consumi e peso dei componenti elettronici.

Questo ha permesso di realizzare sensori sempre più piccoli e leggeri, tali da poter essere montati in velivoli di dimensioni ridotte, senza pilota a bordo e controllati “da remoto” attraverso una stazione a terra.

I primi modelli ad ala fissa sono quasi completamente sostituiti dalla configurazione multirotore, che consente una maggiore semplicità d’uso e la possibilità di operare in spazi ristretti, grazie alla capacità di volo verticale e stazionario.

Il telerilevamento con i droni offre molti vantaggi, non ultimo la rapida condivisione di dati e di immagini. Un fattore critico è la ridotta autonomia di volo, sul quale il mondo della ricerca è impegnato per migliorare le performance.

I droni per la sicurezza sul lavoro

I droni hanno anche il potenziale per migliorare la sicurezza del personale.

La maggior parte delle ispezioni manuali richiede l’arresto delle apparecchiature per evitare infortuni ai lavoratori, ma i droni possono ispezionare in sicurezza i sistemi mentre sono ancora in funzione. Con i sensori montati su un drone, i lavoratori non hanno più bisogno di accedere fisicamente a ambienti pericolosi.

La consapevolezza situazionale in tempo reale che i droni forniscono – e la nuova prospettiva offerta posizionando i sensori in alto – significa che i lavoratori possono essere molto più produttivi anche se i costi diminuiscono.

Grazie alla capacità di raccogliere, aggregare, analizzare e fornire dati estremamente precisi e dettagliati in modo rapido ed economico, è una tecnologia che sta rapidamente diventando un fattore chiave per le città più intelligenti.

CNS Operatore di volo

Il Consorzio Nazionale per la Sicurezza (CNS) da sempre in sintonia con il progresso tecnologico, è diventato ufficialmente operatore di volo riconosciuto dall’ ENAC. Da oggi può erogare servizi professionali con l’ausilio dei DRONI.

© Copyright 2019 Consorzio Nazionale Sicurezza.Tutti i diritti riservati. Designed by RG.ADV