Uffici pubblici e sicurezza: quali sono i metodi più efficaci per tenere al sicuro un ufficio postale?

Uffici pubblici e sicurezza: quali sono i metodi più efficaci per tenere al sicuro un ufficio postale?

Per alcune strutture pubbliche è necessario sviluppare servizi di protezione fisica specifici.
Si tratta di quelle strutture che l’Unione Europea ha catalogato come infrastrutture critiche, cioè istituzioni essenziali alla vita della comunità. Eppure, spesso non sono protette in maniera adeguata.

Sicurezza alle poste

Basti pensare alle strutture sanitarie, oppure agli uffici degli enti pubblici. In entrambi i casi si tratta di esercizi sempre più connessi alla rete e che gestiscono dati sensibili.

Un caso molto particolare è rappresentato dagli uffici postali che rappresentano una struttura intermedia tra l’ufficio pubblico e la filiale bancaria.

Con quest’ultima ci sono parecchie similitudini soprattutto per ciò che riguarda le esigenze di sicurezza, infatti un ufficio postale gestisce anche trasferimenti o erogazioni di denaro.

L’ufficio postale è un’infrastruttura critica

Sintetizzando, l’ufficio postale può essere considerato una struttura critica appartenente alla categoria telecomunicazioni e, contemporaneamente, presenta le vulnerabilità di una filiale bancaria.

Quindi, da un lato abbiamo i cyber rischi connessi alla gestione di dati attraverso la rete, dall’altro abbiamo i rischi fisici dovuti alla presenza di denaro contante nelle sedi. A ciò si aggiunge, chiaramente, la sicurezza delle persone che frequentano gli uffici. Un insieme di rischi che li rende dei sistemi allo stesso tempo business e safety critical.

Rischi fisici e cyber-rischi

Furti e rapine sono la minaccia fisica più pressante: gli uffici postali, specie quelli centrali, così come le banche, dispongono di caveau per la protezione di denaro in prossimità di grosse erogazioni al pubblico.

La complessità che si aggiunge è che gli uffici postali richiedono una protezione ancora più efficace perché si tratta di luoghi in genere particolarmente affollati.

Un approccio multidisciplinare per garantire protezione agli uffici postali

Alla luce dei rischi considerati è utile adottare un approccio onnicomprensivo e studiare soluzioni integrate che possano essere efficaci contro ognuna di queste vulnerabilità.

Occorre quindi un system integrator che sappia prevenire tutti i rischi e le vulnerabilità fisiche di un ufficio: si tratta quindi non solo di gestire gli accessi classici ma di prevedere e mettere in sicurezza ogni punto di accesso fisico o cyber fisico.

Cyber physical security per proteggere le poste

Gli uffici postali, così come le banche richiedono protezione dai rischi informatici e fisici.

Il Consorzio Nazionale Sicurezza e RisLab si sono dedicati al settore della cyber physical security per realizzare soluzioni di protezioni all’avanguardia.

Le soluzioni cyber-physical devono essere elaborate in base alle specifiche necessità di ciascuno dei siti da proteggere. Si parte quindi con lo studio e il rilievo di tutte le vulnerabilità e gli accessi a rischio di una struttura e si procede con l’elaborazione di un progetto di protezione dedicato.

La videosorveglianza per la sicurezza degli uffici pubblici

Posizionando telecamere all’avanguardia in maniera strategica all’interno delle strutture da proteggere è possibile verificare in ogni momento quello che accade ed effettuare successive analisi.

Le telecamere ad alta definizione utilizzate dal Consorzio Nazionale Sicurezza sono monitorate 24h, 365 l’anno da una Centrale Operativa di Sicurezza.

La Centrale rappresenta un’ulteriore garanzia di monitoraggio perché gli operatori sono in grado di operare una gestione intelligente degli allarmi.

Monitoraggio da remoto e analisi delle immagini

Il monitoraggio da remoto è di supporto sia durante la gestione dell’allarme che nelle fasi successive perché permette alle aziende di effettuare analisi precise sulle immagini rilevate.

In questo modo la Centrale Operativa può fornire dati utili alle Forze dell’Ordine incaricate di sventare rapine e azioni malevoli ai danni del sito da proteggere.

PCMS per la sicurezza degli uffici postali

Gli uffici postali possono ricorrere anche a PCMS, un sistema di Physical Security Information Management. Si tratta di un dispositivo di supervisione realizzato per la sicurezza bancaria e, quindi, performante anche all’interno di uffici pubblici.

Con PCMS si possono gestire cyber-security, data-analytics e video-analytics: è infatti un sistema di centralizzazione che gestisce diversi aspetti della sicurezza. In questo modo si garantisce anche una gestione intelligente degli alarmi.

© Copyright 2016 Consorzio Nazionale Sicurezza.Tutti i diritti riservati. Designed by RG.ADV